Storia ed Utilizzo

Il Giubbotto di Jeans

L'intramontabile per antonomasia, il modello casual e comodo che negli anni 80 ha spopolato in Italia, simbolo di stile e comodità: il giubbotto di jeans.

Risale al 1500 l'inizio del suo utilizzo come abbigliamento da lavoro, la robustezza e la particolare resistenza del tessuto lo resero ideale negli ambienti lavorativi particolarmente faticosi ed ostici, i primi infatti ad utilizzarlo pare siano stati i portuali di Genova.

Il denim racchiude dunque un pezzo di storia dell'abbigliamento, inizialmente degradato a semplice abito da lavoro, il jeans diventa con il tempo il simbolo dello stile casual che abbina la comodità al glamour, vengono prodotti, pantaloni, giacche, camicie, gonne, accessori, insomma il jeans invade il mondo dell'abbigliamento imprimendosi negli usi e costumi di tutto il mondo.

Disponibile in numerose varianti che implicano modelli e colori differenti, oltre il semplice color indigo, ossia il tipico color jeans, è possibile ottenere tutte le colorazioni possibili, nonché effettuare specifici trattamenti che gli conferiscono uno stile usato, trasandato o consumato.

Il 1900 ha visto la giacca di jeans trionfare tra i capi d'abbigliamento più usati al mondo, con modelli sempre differenti, con cappuccio o senza, con chiusura a cerniera o a bottoni, con forme e stili differenti, è sempre stata considerata un elemento mai d'impiccio nell'abbigliamento, anzi, un sempre verde che continua tuttora ad essere utilizzato.